L’informazione non è solo ‘informazione’. Polittico su infodemia, infopenia, potere e libertà nella società dell’informazione

L’informazione non è solo ‘informazione’ Polittico su infodemia, infopenia, potere e libertà nella società dell’informazione    Premessa sul concetto di informazione: una definizione Oggi viene correntemente sostenuto che viviamo in gran parte immersi in un’enorme e vorticosa massa di informazioni, più che in ogni altra epoca del passato. Se prendiamo per buono questo ritratto della società in cui viviamo, la situazione così dipinta, come un po’ tutti riconoscono, ha una serie di risvolti positivi, utili e graditi. Nondimeno, detta circostanza è anche generatrice o amplificatrice di problemi: per un verso, rende difficile identificare le “informazioni che contano” (quelle rilevanti o significative); per un altro verso, rende complicato distinguere le informazioni di “specchiata qualità”, accurate e ben vagliate dalle così dette “informazioni spazzatura”. Insomma: informazioni che contano e di specchiata qualità, dicerie, fandonie e rumors, per così dire, viaggiano insieme e spesso sullo stesso treno rubano l’un l’altra il posto a…

Continua a leggere L’informazione non è solo ‘informazione’. Polittico su infodemia, infopenia, potere e libertà nella società dell’informazione
Featured Video Play Icon

L’informazione è come il pane. Ultime notizie!

Il paese delle meraviglie L’informazione è come il pane. Ultime notizie   Ultime dal Tardis! L’informazione è come il pane…. Sì… Ah, lo sapete già! E allora… Sì bimbetta mia, sì gli ingredienti certo che contano… Perbacco, i tuoi zii seguono una dieta tutta-bio? Ma che bravi… Sì, l’impasto, sì, bel giovanotto, l’impasto! Eccome! Signora cara, no, non dimentico la cottura… sì, certo, sì… se mi lascia parlare, ma sì, stavo per dirlo. Santa pazienza… Questo mondo di umani non finisce mai di sorprendermi. Sono gli ingredienti, l’impasto e la cottura a farcelo piacere o no il pane. Sì, insomma, l’informazione. Ma dipende anche dalla fame, dalla sazietà e dalla delicatezza di stomaco di ciascuno. Come? Sapete anche questo? Oddio, ma del sapere non vi manca proprio niente… Sì, certo… No, volevo dire… Ironico? Ma no che non ero ironico… Sì, sono il Dottore, e allora? Mica sto sempre a…

Continua a leggere L’informazione è come il pane. Ultime notizie!
Featured Video Play Icon

Prendere parola è libertà? Ma io dovevo fare del cinema…

Il paese delle meraviglie Prendere parola è libertà? Ma io dovevo fare del cinema…   L’industria culturale ha perfidamente realizzato l’uomo come essere generico. Ognuno è solo ciò per cui può sostituire ogni altro: fungibile… Egli stesso, come individuo, è l’assolutamente sostituibile, il puro nulla, ed è ciò che comincia a provare quando, col tempo, finisce per perdere la somiglianza (Max Horkheimer e Theodor Adorno, Dialettica dell’illuminismo, 1944). Vale anche per l’intellettuale? Lettore, non farmi questa domanda… Che poi, io dovevo fare del cinema… Massì, dovevo fare proprio del cinema… Per favore, signori, un po’ di attenzione… Il Signor Silenzio, nostro ospite d’onore, chiede ascolto… Dopotutto è quel che si fa quando si è al cinema… – VIDEO Dovevo fare del cinema (Gian Piero Alloisio)     (Pubblicato su questo sito il 24 maggio 2023)

Continua a leggere Prendere parola è libertà? Ma io dovevo fare del cinema…
Featured Video Play Icon

Immagina… una caverna e catene (1)

Il paese delle meraviglie Immagina… una caverna e catene (1)   Immagina una dimora sotterranea, insomma una caverna. L’entrata, ampia quanto tutta la larghezza della caverna, è aperta alla luce. Immagina degli uomini che vi stanno dentro da quando sono nati: sono incatenati gambe e collo, non possono muoversi, non possono girare la testa, possono vedere solo davanti a loro. Immagina che alle spalle di questi uomini brilli, alta e lontana, la luce di un fuoco, che essi non possono vedere. E immagina che tra il fuoco e i prigionieri corra una strada rialzata. Immagina un muretto costruito su quella strada, simile a quegli schermi dietro i quali si nascondono i burattinai per mostrare agli spettatori dei burattini. Proiettate dal fuoco, i prigionieri vedono solo ombre. Hanno solo e sempre visto solo ombre. Tali ombre sono la realtà. La sola, per loro, e unica realtà esistente. Essi vivono profondamente immersi…

Continua a leggere Immagina… una caverna e catene (1)
Featured Video Play Icon

Immagina… una caverna e catene

Il paese delle meraviglie Immagina… una caverna e catene   Immagina una dimora sotterranea, insomma una caverna. L’entrata, ampia quanto tutta la larghezza della caverna, è aperta alla luce. Immagina degli uomini che vi stanno dentro da quando sono nati: sono incatenati gambe e collo, non possono muoversi, non possono girare la testa, possono vedere solo davanti a loro. Immagina che alle spalle di questi uomini brilli, alta e lontana, la luce di un fuoco, che essi non possono vedere. E immagina che tra il fuoco e i prigionieri corra una strada rialzata. Immagina un muretto costruito su quella strada, simile a quegli schermi dietro i quali si nascondono i burattinai per mostrare agli spettatori dei burattini. Proiettate dal fuoco, i prigionieri vedono solo ombre. Hanno solo e sempre visto solo ombre. Tali ombre sono la realtà. La sola, per loro, e unica realtà esistente. Essi vivono profondamente immersi in…

Continua a leggere Immagina… una caverna e catene
Featured Video Play Icon

Imparerai a volare

Il paese delle meraviglie   Imparerai a volare La stanza degli esami Interdetta: “Senza pass!” Cv decapitato, vita-chiusa-sul-muso… Ma era stanza tua. Occhi strabuzzanti Spaghetti-politics? Ma oui, bien sur “Sì, lei… alla lavagna…” – e ti vien da ridere. Immagine di vecchio specchio Come non sorridere e non abbracciare il sole? Ancora dopo un secolo ci son le stelle fuori e tutto un mare di colori E se non saprai correre e nemmeno camminare imparerai a volare imparerai a volare Se partirai per Itaca ti aspetta un lungo viaggio un mare che ti spazza via i remi del coraggio, la vela che si strappa e il cielo tutto un fragore ma per navigare può bastare il cuore: qui si tratta di vivere non di arrivare dove e al diavolo se piove E se non potrai correre e nemmeno camminare ti insegnerò a volare ti insegnerò a volare Mica si dice inferno se ghiaccio carezza…

Continua a leggere Imparerai a volare

Lo “scàndalo” di Xi a Mosca: “Nessun Paese ha il diritto di dettare l’ordine mondiale”

Lo “scàndalo” di Xi a Mosca: “Nessun Paese ha il diritto di dettare l’ordine mondiale”. Il guanto di sfida cinese che schiaffeggia Washington e l’Occidente   Regole cinesi e regole americane All’indomani del vertice tra il presidente cinese Xi Jinping e il presidente russo Vladimir Putin, il portavoce del Consiglio di sicurezza Nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha laconicamente commentato: «La Cina non ha una posizione imparziale rispetto al conflitto ucraino», bocciando di fatto il piano cinese per porre fine al conflitto e illustrato da Xi a Mosca. «La Cina e la Russia vorrebbero che il mondo andasse secondo le loro regole» – ha aggiunto Kirby[1]. Già. Gli Stati Uniti, infatti, sostengono risolutamente che le regole dell’ordine internazionali già esistono. Già. Ma quali sono? E, poi, quali sarebbero “queste regole cinesi”? Nel corso della sua visita a Mosca Xi Jinping aveva rilasciato importanti dichiarazioni sulla guerra russo-ucraina e sull’ordine…

Continua a leggere Lo “scàndalo” di Xi a Mosca: “Nessun Paese ha il diritto di dettare l’ordine mondiale”
Featured Video Play Icon

Il pomo della discordia

Il paese delle meraviglie Il pomo della discordia E disse: “Vivi il tuo oggi come se fosse il domani dei tuoi sogni” Una supplica E tossì Un’imprecazione Il vento lo zittì Ma soffiava luce nei suoi occhi Dimenticati. Il tempo e la luce dei bimbi (Merci, public)   – VIDEO La lumière (Pomme)   (Pubblicato su questo sito il 12 aprile 2023)

Continua a leggere Il pomo della discordia
Featured Video Play Icon

L’isola che non c’è. Tirannidi, sofismi, ipocrisie

Il paese delle meraviglie L’isola che non c’è. Tirannidi, sofismi, ipocrisie   “Io nacqui a debellar tre mali estremi: tirannidi, sofismi, ipocrisia”[1]. O almeno a rendere faticoso il loro cammino, lasciando qua e là qualche pietra d’inciampo per i passanti che lo camminano distratti, senza prendersi il disturbo di strappare qualche velo con cui tirannidi, sofismi e ipocrisie s’adornano per rendere impensabile ciò che ha da restare impensato, spoglio di pensiero e al riparo di domande. Che il passeggiar del passante resti protetto dalla parola scomoda: questa affatica, rallenta o disordina il cammino del viandante. E pure tirannidi, sofismi e ipocrisie amano le comodità. Seconda stella a destra, questo è il cammino… NOTE [1] Tommaso Campanella.   VIDEO L’isola che non c’è (Edoardo Bennato) (Pubblicato su questo sito il 1° aprile 2023)

Continua a leggere L’isola che non c’è. Tirannidi, sofismi, ipocrisie

Sfiducia e protesta nelle democrazie sotto-sopra

Sfiducia e protesta nelle democrazie sotto-sopra   In Italia la sfiducia deborda. In Francia esplode la protesta. Scontro sociale sotto la cenere? Ah i sondaggi… Valgono quel che valgono, pochi dubbi. Ma (per quel che valgono, se valgono) valgono tanto nei giorni dispari, quanto in quelli pari: al di là del colore delle lenti con le quali ciascuno guarda il mondo. Un recentissimo sondaggio d’opinione dell’IPSOS-Italia[1] dedicato alla (s)fiducia nelle banche in Italia all’indomani del crack prima della Valley Silicon Bank, poi del Credit Suisse, mostra una forte mancanza di fiducia dei cittadini, sfiducia via via alimentata negli ultimi anni dalla pandemia da Covid e dalla sua gestione, dalla guerra russo-ucraina e dal coinvolgimento dell’Occidente, dell’Europa e dell’Italia, dal caro energetico, dall’aumento dell’inflazione e del costo del denaro, dalla lievitazione dei mutui. Nel presentare pubblicamente i risultati dell’indagine[2], il direttore scientifico dell’IPSOS-Italia, Enzo Risso[3], ha sottolineato che la forte e…

Continua a leggere Sfiducia e protesta nelle democrazie sotto-sopra